giovedì 18 ottobre 2012

Vendite online e incresciosi sviluppi



Il mio lavoro è pericolosissimo.
Ho venduto sul mio shop, dove la cortesia è di casa, un paio di volumi. Poi ho ricevuto dalla cliente una mail a cui non ho risposto immediatamente. Due giorni dopo, oggi, segue questa mail:

Allora, vi ho mandato un' e-mail e non ho ricevuto risposta, vi ho chiamato ma come ho detto la parola "ordine" non si sa come cade la linea e se provo a richiamare nessuno risponde! il mio ordine è il numero 106, effettuato l'11 ottobre 2012. Il pagamento è stato effettuato il 12 ottobre 2012. Fino ad ora vi ho regalato 81,50 euro. Ora mi aspetto delle notifiche al più presto perchè questo atteggiamento poco professionale e assolutamente scorretto lo DENUNCIO entro poco se non ricevo notizie dell'avvenuta spedizione o del rimborso immediato!

Mmm.
L'istinto mi dice di uccidere, ma poi penso "'sta cretina" e mi rilasso.
Cerco di rispondere cortesemente, per quelli che sono i miei canoni di cortesia intendo, tendendo a sottolineare che con 81 euro non ci compro nemmeno una manciata di grammi di fumo figuriamoci se mi metto a rubarli architettando uno shop online che mi è costato 100 volte tanto.
E che alla fine, a contarli, 6 giorni inclusi sabato e domenica non sono poi così tanti da far scattare le minacce di denuncia da paranoia, che sono credibili quanto tuo padre che quando hai sei anni dice a te e a tuo fratello "smettetela di litigare o vi faccio scendere dalla macchina e me ne vado".
E con "tuo padre" intendo proprio il tuo, perchè il mio l'ha detto e l'ha fatto.
Pezzo di merda.

Comunque, dicevo, le rispondo:

Buonasera, 
sono passati 6 giorni dall'ordine non un anno, non sono ancora scappato alle seiscell :) 
l telefono si è spento perchè è un cordless non perchè sono in riva al mare. Per favore girami i dettagli per il rimborso che provvedo subito a renderti il "regalo" di 81 euro e spicci. 
Gli albi erano dal fornitore e stavo aspettando che rientrassero. 
A presto,
Max!!


Evidentemente questa si è rivelata una strategia errata.
Segue immediata risposta:

Ma guardi c'è poco da fare gli spiritosi perchè fino a prova contraria un negozio online professionale aggiorna sempre se ci sono difficoltà o c'è da attendere, perchè una settimana è anche troppo per queste cose, visto oltretutto che avete aspettato la minaccia per rispondere ad una mail che vi chiedeva solo informazioni! 
e se il telefono si spegne perchè è un cordless significa che alla chiamata successiva ci sarà comunque una risposta. 
Sono contenta che siate pronti a rispondere di spirito invece di scusarsi e dire che provvederete al più presto alla spedizione degli albi una volta arrivati. Siete davvero molto professionali! 
Comunque i dati della postpay su cui rimborsare gli 81,50 euro sono: 
num.carta XXXX XXXX XXXX XXXX
intestata a XXXXXX XXX
Aspetto molto presto vostre notizie! GRAZIE


E no, cazzo!
E ora te la sei cercata.

Faccio lo spiritoso perchè sono gentile e non ho le cose mie. 
L'altra opzione per rispondere ad una mail come la sua sarebbe di farlo nello stesso modo di come si pone: in maniera isterica degna di una gravidanza indesiderata. Ed io che sono un signore, e non un rompicoglioni, preferisco pormi con l'ironia che ha notato.
Ho risposto adesso perchè adesso sto guardando le email, non perchè c'è una minaccia di denuncia.
Capirai, la minaccia di denuncia (fa ridere solo il pensarci: "signori carabinieri vorrei denunciare un libraio che non risponde alla mia mail") può solo indispettire e far venire voglia di non lavorare con lei. E poi prima mi stavo grattando sotto le ascelle. 

Se un cordless si spegne significa solo che è spento. Non ci sono santi. 
E ad ora è ancora spento. E la prego non mi dica che se mi chiama le dà libero, perchè è spento il cordless, non la telecom. 
Non ho intenzione di provvedere alla spedizione perchè preferisco lasciare una maleducata come lei senza i suoi giornaletti preferiti piuttosto che incassare ottantaeuro e sentirmi dire come si fa il mio lavoro. 
D'altra parte se avessi voluto ascoltare una scassapalle mi sarei sposato o vivrei ancora con mia madre. Max!!
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

10 commenti:

Marte ha detto...

Ahahahahahahah. Tu si che ci sai fare con le donne. Fra un paio di giorni ti richiamerà per dirti che si è innamorata! Poi sarai tu a denunciarla per stalking!

evo cuoco ha detto...

se un cliente scrive una email, non riceve risposta per sei giorni, e poi - più o meno giustamente - si incazza, non vedo per quale motivo bisogna rispondergli prendendolo per il culo e facendo i sapientoni, e soprattutto rendendolo ridicolo pubblicamente su questo blog.

kevin89 ha detto...

lo stile dell'articolo è bello (non mi sarei mai immaginato di stare leggere un racconto che parlasse di un ordine fatto a un fumettista.. ma così è stato!), di contro non mi sognerei mai di fare acquisti da te XD (lei ha esagerato, nessun dubbio, ma suvvia il cliente ha sempre ragione, e 81euro sono 81euro!... anzi 81euro e 50cent!!

HulkSpakk ha detto...

@evo cuoco: la risposta non l'ha ricevuta per due giorni. Dal 16 al 18. Francamente non prendo bene chi mi dà del ladro, poi se a lei piace i gusti sono gusti :)

Antani Comics ha detto...

il cliente ha sempre ragione... quando ha ragione.
E mai quando è maleducato.

bellamax!

Angela Leucci ha detto...

Sinceramente non capisco tutto questo livore della cliente. Penso che la gente dovrebbe darsi una calmata. Ultimamente ho comprato dei libri on line e uno di questi che per me era molto importante, perché necessario per il mio lavoro, ha tardato venti giorni. Ma mica ho mandato mail minatorie. Se tarda un mese, due mesi, senza nessuna notizia posso capire, ma sei giorni inclusi festivi e prefestivi, mi sembrano davvero un'esagerazione.

sebastiano v ha detto...

Carissimo, se "il cliente ha sempre ragione" è vero anche che "la ragione si da ai fessi". Questa simpatica donzella merita di "avere ragione" quindi bene fai a dargliela insieme al denaro. Lasciami dire che questo alterco tra cliente ed esercente è talmente gustoso e ben articolato che quasi potrebbe costituire materia per una novella epistolare dei nostri giorni. Io alimenterei l'idea. :D Un abbraccio. sebastiano v.

Bruno ha detto...

Allora, purtroppo non si vuol capire che viviamo in un mondo di merda, dove tutti abbiamo paura che il prossimo ci stia fregando. Purtroppo è così e dobbiamo accettarlo. Tenendo presente questo bisogna vedere la mail del cliente come una sua esternazione di paura, perchè pensava, e purtroppo bisogna vederla come una cosa normale qui in Italia, di avere avuto il cosiddetto "pacco", vedendo che per due giorni chiamava e il telefono era staccato, alla mail nessuna risposta... Cioè, lei, hulkspakk non è di sicuro un ladro, ma bisogna anche ammettere che il cliente è stato particolarmente sfortunato nel trovare il cordless scarico e lei che per due giorni non lo risponde... Quindi per me sono state due le reazioni esagerate. ;)

Anonimo ha detto...

Se un ordine ritarda per un qualsiasi motivo sarebbe se non professionale perlomeno "umano" mandare una comunicazione al cliente. Prenderlo il giro sul tuo blog è un comportamento pessimo. Michele

HulkSpakk ha detto...

Questione dell'importanza che si dà alle cose Michele. Per te è un comportamento pessimo rendere note parti delle giornate lavorative, per me lo è dare del ladro a una persona che lavora onestamente.
Peraltro non c'è nome, cognome o riferimento alcuno alla persona quindi la sua immagine non è risultata danneggiata in alcun modo, quindi...

La comunicazione al cliente ha bisogno di alcuni giorni lavorativi, ma anche qui, questione di importanza date alle cose. Per te è più grave l'assenza di una comunicazione in 48 ore, per me lo è l'arroganza e la presunzione e la diffamazione di una ragazzina di vent'anni. Punti di vista :)