martedì 21 maggio 2013

Dylan Dog a Roberto Recchioni





Roberto Recchioni è il nuovo curatore editoriale di Dylan Dog.
E' la notizia del giorno, Roberto Recchioni, sceneggiatore e disegnatore, dopo essere approdato ai testi di Dylan Dog nel 2007 con la storia Fuori Tempo Massimo per il primo numero del Dylan Dog Color Fest.
"Le scelte della Bonelli sono sempre improntate alla valorizzazione dei loro personaggi e sono certo che Roberto saprà rispettare il canone anche mentre mette alla prova il dogma di Dylan."
A dirlo è Michele Foschini, di Bao Edizioni, che proprio in questi giorni ha prodotto una nuova edizione cartonata di Mater Morbi, la storia più celebre dell'indagato dell'incubo scritta da Recchioni.





Di seguito i titoli di Dylan Dog realizzati da Roberto Recchioni e i rispettivi disegnatori:

Recchioni e Carnevale, Fuori tempo massimo, in Dylan Dog Color Fest n. 1, Bonelli Editore, agosto 2007.
Recchioni e Brindisi, Il modulo A38, in Dylan Dog n. 268, Bonelli Editore, dicembre 2008.
Recchioni e Carnevale, Mater Morbi, in Dylan Dog n. 280, Bonelli Editore, dicembre 2009.
Recchioni e Brindisi, I nuovi barbari, in Dylan Dog n. 287, Bonelli Editore, agosto 2010.
Recchioni e Montanari & Grassani, Il vigilante, in Maxi Dylan Dog n. 15, Bonelli Editore, luglio 2011.
Recchioni e Uzzeo e Brindisi, L'eliminazione, in Almanacco della Paura n. 22, Bonelli Editore, aprile 2012.
Recchioni e Caluri, Il giudizio del corvo, in Dylan Dog n. 311, Bonelli Editore, agosto 2012.

Al momento non sono note particolari dinamiche circa il nuovo percorso editoriale di Dylan Dog, l'unica cosa che si è appresa per parola dell'autore romano è che "non si tratterà di un Dylan Dog 2.0 ma di un Dylan Dog 1.0" lasciando intendere l'intenzione di voler riportare il personaggio Bonelli agli albori.
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

3 commenti:

mario taccolini ha detto...

me la ripeti, la dichiarazione di Foschini?
non è proprio chiarissima, così come l'hai scritta...

HulkSpakk ha detto...

@mario taccolini

LOL edito subito :D

Paolo Ferrante ha detto...

dici che è la volta buona che ci liberiamo della barbato, con un curatore come lui?