venerdì 30 marzo 2012

Adriana PoliBortone trova in carcere i 4 di CasaPound "mi sembrano bravi ragazzi"



Qualche tempo fa Lecce, notoriamente città fascista, da sempre in mano alla destra, ha subito un brutto colpo. Quattro stronzi del movimento CasaPound hanno aggredito uno studente di Bologna residente qui, nella mia città.
Ne ha parlato anche ilfattoquotidiano.
I quattro supereroi, poi arrestati, sono: Osvaldo Senatore, 21 anni; Davide Renna, 20enne; Riccardo Pino, 19enne; Giorgio Povia, 22 anni.
Sono finiti al carcere di Borgo San Nicola, un bel posticino in quel di Lecce (in realtà a pochi chilometri).
Fin qui tutto normale, storia di ordinario rincoglionimento, per persone che certamente hanno il diritto di votare, che certamente avranno già votato in precedenza e che voteranno alle prossime elezioni locali di maggio. Insomma, gente che quando non sta a pestare in un gruppo un uomo solo, decide anche per la vita di tutti noi cittadini.

Forse non tutti sanno che a Lecce, prima del sindaco uscente Paolo Perrone (indagato per omicidio colposo - PDL) abbiamo avuto una monarchia da parte di Adriana Poli Bortone (sindaco di Lecce dal 1998 al 2007 e vicesindaco dal 2008, indagata per un danno eriale in cui è coinvolto Massimo Buonerba, carcerato - AN prima, PDL poi, IO SUD ora), che ha da sempre un certo appeal sui leccesi che la eleggono con non meno del 60% dei voti (anche il 70% dei consensi, in un'occasione).

Bene.
Torniamo ai ragazzi di CasaPound.
Lo studente pestato dal branco, perchè appartenente a un gruppo di sinistra, è finito in ospedale.
I quattro pestatori, in carcere.
Indovinate chi è andato a trovare Adriana Poli Bortone (senatrice al parlamento europeo)?
I quattro dell'ave maria.

 

Il commento è ancora più allucinante del fatto: "Mi sono sembrati ragazzi bravi, civili e garbati" e ancora "ho voluto incoraggiarli con un credo che mi ha sempre accompagnata durante la mia lunga militanza politica: portate avanti le vostre idee con forza. E' l'unico modo per continuare a credere fino in fondo in quello che si fa".

I ragazzi hanno avuto solidarietà anche dal Consigliere Regionale Erio Congedo e dal Consigliere Comunale  Roberto Martella, entrambi PDL, AN, e quant'altro abbia vinto le elezioni quell'anno (Roberto Martella peraltro fu mio professore alle scuole superiori e mi sospese in quinto e mi mise un bel 6 in condotta. Bei tempi. Ciao prof, non ti smentire mai, mi raccomando).
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

1 commenti:

hitman ha detto...

Poveri noi, come stiamo messi!! Che personaggi, i pestatori e chi è solidale con loro!