lunedì 26 maggio 2008

La Crescita Artistico Culturale


Ci sono abbastanza cose difficili da fare, che portano tempo e una quantità di fatica che è così alta, così elevata, da non avere mai sufficiente riscontro con quelli che sono poi i risultati a cui porta. Cose che comunque vuoi fare, indipendentemente da tutto. Questo ti porta a lavorare e a metterci impegno e passione, che se sono elevati portano ad un risultato (almeno apparentemente) valido.
Che poi, più sembra valido più la gente pensa che automaticamente tu ci prenda dei soldi.
E più questa gente ha meno a che fare con quanto tu faccia, tanto più è convinta che hai degli introiti.
E più hai degli introiti (apparentemente), tanto più i tuoi sforzi possono essere sminuiti, fino a perdere senso, fino a farli rientrare nella routine del lavoro. Che essendo appunto "lavoro", non ti fa meritare nulla oltre al rispetto di default che comunque avresti (e comunque non sempre).

Come se nessuno ringraziasse più Batman che protegge Gotham City, solo perchè ha la colpa di farlo dalla mattina alla sera, giustificando questo col fatto che sicuramente ci prende dei soldi.

Come se a farmi un culo così sul forum del negozio qualcuno mi desse soldi. E' solo tempo investito, per il piacere di parlare con gente figa, di discutere con ragazzi intelligenti di fumetti e figa. Non mi paga nessuno, anzi, i soldi sono *tutti* in uscita.
Ultimamente ho indetto un concorso a premi sul mio sito, si chiama Quiz Finale. E' così "ultimamente" che praticamente non è ancora partito.
Parte il 30 Maggio. Accorrete numerosi.
Insomma a questo concorso, che poi altro non è che un giochino stupido/divertente per passare un po di tempo in compagnia, ho messo in palio del fumetti e calendari. Mica cazzate eh, robe tipo Watchman e V for Vendetta e calendari di Naruto e Ratman. Roba golosa insomma. Montepremi 100 euro, iscrizione zero.
C'è gente convinta che io da tutto questo ci prenda soldi.
E più ho degli introiti (apparentemente), tanto più i miei sforzi possono essere sminuiti, fino a perdere senso, fino a diventare un HulkSpakk di una Lecce City dei poveri, che nulla ha a che vedere con quel cazzuto di Bruce Wayne. Quel fottuto capitalista, tra l'altro.

Credono che anche Ned Bajalica, per scrivere questa nuova rubrica, "La Crescita Artistico Culturale" prenda dei soldi.
No, non prende una lira, ve lo giuro. Ora potete ammirarlo come se fosse come Batman, solo più povero.
Comunque quello nell'immagine in alto, disegnato da Ned appunto, è un fumettista non molto noto, che lavora nelle retrovie di un ottimo editore italiano. Chi indovina chi è, è bravo (e chi lo conosce ancora di più).




Ah, avete notato con quanto stile mi sono spammato un pò il sito?
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

3 commenti:

UltimateMarte ha detto...

Max, i soldi servono a tutti. Per il resto è giusto dedicare tanti momenti della vita per realizzare anche progetti personali che portano altre gratificazioni. La mia gratificazione più grande sarà quella di vedere una comunity leccese e pugliese sempre più compatta. Mondi Sommersi sta dando un contributo immenso a questa causa! Bravo!

Kei-chan ha detto...

Prima una comunity compatta, poi
IL MONDO!!!

Pera ha detto...

"Perchè fate i provocatori, e poi prendete i soldi dalla Carrà?"