mercoledì 12 dicembre 2007

Di incontri in incontri





Capita alcune volte che un fumettaro inviti in negozio un autore, un fumettista e conseguenzialmente inviti clienti, amici e quant'altri a venire in negozio il giorno dell'incontro e magari, se proprio non è una cosa impossibile da fare, ad acquistare il volume presentato.

Capita alcune volte che la presenza in negozio da parte degli appassionati sia sotto le previsioni, anzi a dirla tutta, capita alcune volte che tale presenza sia proprio scarsa e questo induce l'amico fumettaro a rivalutare in toto la meccanica degli incontri.
Si rivaluta se conviene farli, se hanno effettivamente un perchè, se conviene spendere tutti quei soldi e quelle energie per organizzarli, o meno.

E a volte capita, come è capitato al sottoscritto, che si decida di non fare più incontri in negozio.
L'ho deciso lo scorso anno e per un anno esatto non ne ho fatti.
Poi qualcosa è cambiato.

A distanza di 12 mesi dall'ultimo incontro, quello con Enzo Troiano, ho ospitato in negozio Ausonia e tra qualche giorno sarà il turno di Sebastiano Vilella.
Ho capito che fondamentale per questi incontri è il piacere personale che si ha nell'ospitare un fumettista e non un fantomatico e non calcolabile ritorno pubblicitario per l'attività.
Il piacere personale quindi.
La gloria del proprio divertimento.

Ma questa gloria ha comunque il suo costo ed è destinata ad avere un termine, perchè non si può stare sempre a giocare, non ci si può divertire 24 ore al giorno, 30 giorni al mese e 12 mesi l'anno. E come non si può andare al pub o al ristorante tutti i giorni, così non si potranno ospitare autori per sempre.
Perchè i soldi sono pochi e le spese tutte della fumetteria.
Maledetti soldi.

Capita che ogni tanto si senta qualche ragazzino, ragazzo, uomo, chiedere il perchè "qui non si faccia mai nulla".
Capita certe volte, di avere anche più di una risposta.
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

3 commenti:

omukage ha detto...

o anche risposte differenti a persone di vario livello.....lo zoccolo duro si può beccare tranquillamente un vaffa....quello che ancora deve rodarsi si accompagna gentilmente alla comprensione dei meccanismi intrinsechi che animano la vita della fumetteria (un vaffa anche a lui)....:-)

GreatMoranda ha detto...

quoto in toto
A volte la risposta dei clienti a certi incontri è talmente triste che pensi di lasciar stare tutto, poi però fai un incontro con qualche autore estremamente simpatico e quindi dici, si fottano tutti, faccio l'incontro per me in primis (magari cercando di ridurre al minimo le spese altrimenti addio stipendio)

HulkSpakk ha detto...

stipendio?
Hai detto stipendio?

Aspetta, aspetta, aspetta, questa mi giunge nuova!...


:)