sabato 21 luglio 2007

Quelli che la fumetteria...





Questo post non è tutta farina del mio sacco.
Nasce da esperienze che solo un fumettaro può concepire, grazie esclusivamente alla fauna del suo negozio.
Perchè di fauna si tratta.
Che poi non è complessa nemmeno da realizzare questa cosa: la fumetteria non esiste. Alla camera di commercio, all'ufficio iva, per lo stato...
Anche mia nonna ancora, dopo 6 anni che faccio questo lavoro, non ha capito che cazzo faccio veramente qui dentro.
Il padre della Turina, con mamma al seguito, ancora sollecitano affinchè io mi trovi un lavoro. Non "un lavoro vero". Un lavoro, perchè questo non lo è.
Questo quindi non è un lavoro, questo non è un negozio e quelli che lo bazzicano, di conseguenza, non sono clienti.
E' fauna.
E la fauna per forza di cose è animalesca.
Quindi i clienti di una fumetteria sono animali.







No, non tu che stai leggendo e che compri fumetti da me da una vita, no...
tu sei un figo. Io ce l'ho con gli altri... ;)








Questa fauna, dicevo, fa concepire al fumettaro (categoria in via d'estinzione ma non per questo protetta) un bagaglio di esperienze fuori dai comuni lavori.
Chi lavora al Comune, per esempio, spesso sta fuori, un po di testa, un po per il caffè. Quando è fuori per il caffè paga il caffè e pace, quando è fuori di testa, paga lo stato.
Stato ticendo comunque, che questo lavoro del fumettaro è una cosa un po strana che ti fa fare esperienze strane.
Tra queste, ti fa parlare con gli animali che manco Jim Carrey in Ace Ventura.

Ma chi è che frequenta la fumetteria?
Che gente gira?

Insieme ai miei colleghi fumettari abbiamo stilato una sorta di "Quelli che la fumetteria".
Ho scelto le migliori situazioni capitate a me e ai miei colleghi.
Se vi ci ritrovate, bè, problemi vostri. Noi abbiamo già i nostri. J




- Quelli che pur sapendo perfettamente i giorni delle uscite passano sistematicamente il giorno prima chiedendo se ci sono novità
- Quelli che hanno visto un volume su uno scaffale per due anni e ovviamente non l'hanno mai comprato. Poi aspettano che vada venduto per stressare ogni giorno chiedendo quando torna
- quelli che si appostano davanti alla porta almeno venti minuti prima dell'orario di apertura
- quelli che telefonano per annunciare che passeranno in giornata e chiedono che tempo fa
- quelli che aspettano due ore in negozio l'arrivo del corriere
- quelli che aspettano due ore in negozio l'arrivo del corriere e vanno via 5 minuti prima del suo arrivo.
- quelli che controllano TUTTE le copie prima di scegliere la propria
- quelli che fregano la roba di mano agli altri clienti...
- quelli che aveva tutti i Tex originali e poi sua mamma glieli ha buttati via
- quelli che deve portarti i Tex e... "si sono i primi", "si sono originali", "si sono tutti", "si sono tenuti bene". E poi non te li porta mai.
- quelli che ti chiamano 2 volte al giorno per settimane x sapere se sono arrivate le sue Action figure, e poi quando arrivano "entro pasqua passo a prenderle"
- quelli del "vorrei il n° 8 di nana collection" anche se siamo al 5. E non ti crede che siamo al 5 perchè l'ha visto in quell'altra fumetteria, presso cui si rivolgerà xchè tu sei sprovvisto.
- quelli che non arriva mai niente per loro e non si rendono conto che leggono un trimestrale e un annuale.
- quelli che se hai tutti i Berserk Collection tranne il 9, loro volevano proprio il 9.
- quelli che ti chiedono se sono usciti dei fumetti per mera curiosità, tanto non li comprano.
- Quelli che entrano dicendo che hanno dei fumetti da vendere, al che generalmente rispondo "anch'io".
- quelli che “questi due fumetti che mi hai tenuto da parte non intendo acquistarli, visto che li ho già perchè me li hanno regalati”
- quelli che ti chiedono numeri inesistenti di testate improbabili, godendo nel vederti esitare, e una volta che tu, dopo aver frugato furiosamente per un quarto d'ora, sei riuscito a sbattergli sul bancone tutti i numeri inesistenti di testate improbabili che ti hanno chiesto, sbiancano e si ricordano di un appuntamento importantissimo
- quelli che ho il numero 1 di tex originale, “La Mano Rossa”, non ha le tre stelle ed è del '64, l'aveva acquistato mio nonno/zio/babbo
-quelli che mi serve il numero 212 di bumba la mucca ultrasonica e tu contrariamente al solito questa volta hai il fottuto numero singolo che ti viene chiesto in mezzo a milioni di numeri di questa serie glielo mostri e lui dopo averlo sfogliato con fare dubbioso conclude che si è sbagliato, non è questo, è il 211 quello che vuole.
-quelli che ti dicono "mi fai il preventivo di cosa ho messo da parte?" al che gli dici che hanno 8 albi per un totale di 35 euro, e loro "bene ho solo 2 euro, prendo Angel Heart"
- quelli che vogliono solo dare un'occhiata in casella
- quelli che se gli dici che il loro Tex numero 1 è una ristampa si offendono
- quelli che se gli fai lo sconto del 15% non ci vengono più in negozio perchè li hai offesi. Era troppo poco.
- quelli che hanno difficoltà con il significato della parola "esaurito".
- quelli che vengono in negozio con la busta intestata della fumetteria accanto a te, comprano un fumetto e ti dicono "la busta? no grazie, la ho già"
- quelli che hanno la casella strapiena di roba con fumetti messi da parte da mesi, prendono delle novità e con fare angelico dice “mettimeli da parte che non c'ho una lira, ho appena speso 250 euro in videogiochi”
- quelli che ti dicono che, una volta, avevano un sacco di robottoni che oggi varrebbero centinaia di euro ed ora si disperano perchè li hanno buttati
- quelli che entrano in negozio due volte al giorno, esaminano tutto e compra qualcosa solo lo 0,00001% delle volte. E ogni volta che parli con i tuoi amici/clienti di qualcosa si devono intromettere.
- quelli che seguono un solo fumetto, che è pure trimestrale, ed entrano in negozio 3-4 volte alla settimana sperando che sia uscito.
- quelli che ti chiedono "Hai gadgets di Naruto?" e quando mostri loro le decine di articoli che hai rispondono "Ah...", guardano distrattamente e dicono “tutto qui?”
- quelli che ti indicano uno strano prodotto chiedendoti di cosa si tratta e tu, sudando, rispondi: "E' uno shitajiki..." già sapendo quale sarà la prossima domanda.
- quelli che ti fanno ordinare statue dall’estero dopo ricerche estenuanti, e il giorno dopo telefonano e cancellano l'ordine
- quelli che ti dicono "voglio provare a leggere un manga" e dopo mezz'ora di proposte ed indagini sui gusti prende il volume dei Transformers perchè c’è il film al cinema
- quello che sfoglia i fumetti in cerca di illustrazioni e disegnatori degni di nota, particolari e stuzzicanti, e finisce a comprare una boiata semi-erotica americana oscenamente colorata e me fa fare un pacco regalo per un amico
- quello che di fronte alle statuine di ragazze/donnine un poco svestite iniziano a questionare che il pezzo è bello ma le dimensioni sono o troppo piccole o troppo gigantesche
- quelli che sono giocatori di magic e litigano con quelli che sono giocatori di Yu-Gi-Oh su qual'è il gioco più intelligente tra i due.
- quelli che vogliono pagare l'ultimo numero di Magico Vento 90 centesimi perchè secondo loro è usato.
- quelli che ti vogliono vendere i Brendon a 1 euro perchè sono "originali".
- quelli che si aprono una fumetteria a 10 metri da te perchè sono convinti che faranno soldi a palate.
- quelli che ti invitano a prendere un caffè al bar e dopo aver preso due coni e 1 cocacola, hanno dimenticato il portafogli a casa.
- quelli che stagionano in fumetteria giorno e notte, vaneggiando di smettere di lavorare e aprire una fumetteria in proprio in stile scantinato-giapponese. Accanto a te.
- quelli che quando faccio un indagine per capire quale robot comprare ed esporre in negozio e non li interpello sui Gundam, mi vanno fuori di testa ed insultano tutti gli altri cui l'ho chiesto prima
- quelli che raccontano che una volta nel locale dove ora giocano a magic, prima si facevano incontri clandestini di fight-club
- quelli che dopo che ti arrivano 6000 euro di novità entrano e dicono "cavolo, non c'è niente per me..."
- quelli che non si fanno vedere per sei mesi poi arrivano e "sono arrivate novità?"
- quelli che "perchè non ci metti anche un baretto qui dentro?"


La palla a voi...
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

6 commenti:

andrea ha detto...

bè dai consolati non sei il solo a sopportarli :) Forse è leggere fumetti che rende così .... mongoloidi. Accidenti ma allora la mamma aveva ragione quando diceva di non leggerli
:D



Andrea - PanStore -

HulkSpakk ha detto...

ma PanStore "PD" ? :D

andrea ha detto...

certo panstore PD e dove il PD non sta solo x padova ;)

Matt Neverno ha detto...

ahahah grande andrea.
come grandissimo hulkspakk a cui vanno le mie più sincere condoglianze...
almeno ti diverti... ;)

PietroD ha detto...

- quelli che entrano in fumetteria solo due volte l’anno, perche’ a Natale e Ferragosto l’edicola sotto casa e’ chiusa per ferie…

ehm...
presente!
:D

ettore ha detto...

questo post è bellissimo!!! hahahahaha