domenica 13 dicembre 2009

Storie di Qualcuno



Quando un mesetto e mezzo fa scrissi QUESTO pezzo sul blog non avevo immaginato i tanti tipi di reazione che quei piccoli editori a cui, in linea generale, facevo riferimento, avrebbero avuto.
Potete leggere tutto il pezzo e godervi anche qualche piccola schermaglia della redazione Cagliostro EPress tra i commenti.
Se volete un riassunto, invece, eccolo qua:

il sottoscritto asseriva che in Italia alcuni editori un pò furbini e un pò birbantelli producono albi a costo basso (e fin qui niente di male), sfruttando giovani scribbacchini e matitai (e fin qui, a mio avviso e all'avviso degli scribbacchini e dei matitai, niente di male), e talvolta anche autori di fumetti (e fin qui niente di male), vendendoli poi a un prezzo alticcio dal mio punto di vista di negoziante (e fin qui niente di male, dato che personalmente non li acquisto). Insomma, rendevo noto, per chi non lo sapesse ancora, che le cose per alcuni "vanno così".
E lo facevo con sarcasmo e battutine spicciole, di modo che anche questi editori, ma sopratutto quelle persone che allegramente non capiscono di essere sfruttate, le potessero capire.

E' cosa risaputa su internet che i lettori di un blog/forum/sito si dividono in due categorie: quelli che leggono con interesse i vari interventi, e quelli che li leggono tanto per vedere "che cazzo ha scritto oggi sto coglione". Infatti io leggo sempre il sito di Giorgio Messina (Editore di Cagliostro EPress) e lui legge sempre il mio blog.

Insomma nei commenti al pezzo viene fuori che la Cagliostro EPress si è sentita tirata in ballo.
Il che non fa neanche tanta stranezza, dato che pratica la maggior parte delle cose da me citate nell'articolo. Ah, se non conoscete l'editore e le sue pubblicazioni, è o perchè frequentate le fumetterie, o perchè non vi ha ancora minacciati di querela. Ad ogni modo non vi siete persi nulla.

A farla breve, si incazzano.
Non lo so perchè esattamente, dato che tra tutti gli intervenuti, nessuno ha negato *nulla* di quanto da me scritto (e che comunque non ho fatto il loro nome), anzi, hanno esordito confermando più o meno tutto. L'editore in persona non interviene. Non in quel momento almeno. In compenso intervengono diversi esponenti della premiata ditta: quelle persone che -PEEEEEEM- lavorano gratis e che, offesi dalla mia persona, che nell'articolo punta il dito nei confronti di quegli individui che li fanno, appunto, lavorare GRATIS (godendo dei vantaggi economici che ne derivano) prendono le difese di quella persona che *nel loro caso* (ovvero, all'interno della Cagliostro EPress) non li paga.

Bene.
Oggi vengo a conoscenza di un blog che paracula (scusate il termine: effettivamente "blog" è un'esagerazione) Storie di Nessuno, ovvero il blog che state leggendo adesso.
Si chiama Storie di Qualcuno. Quel qualcuno ovviamente sono io.
Non vorrei sbagliarmi, dato che il coraggioso autore resta "anonimo", ma il link me lo ha segnalato Giorgio Messina stesso, sul suo sito.

Tornando all'articolo su in cima, QUI c'è la satira pungente stile Bagaglino, fatta di nascosto, per denigrare chi dice il vero (dato che, ripeto, tutti mi hanno attaccato, ma nessuno ha detto che quanto ho scritto è falso, anche perchè, appunto, è vero) piuttosto che affrontarlo e argomentare. Dato che poi sono anche coraggiosi, si chiamano tutti "Anonimo".
Anonimo è chi disegna. Poi c'è Anonimo, che posta. Poi Anonimo commenta, quindi Anonimo risponde al commento. Intanto Anonimo insulta un pò, quindi Anonimo gli da una pacca sulla spalla. E poi ci sta Anonimo, che chiede ad Anonimo come divulgare il blog, quindi Anonimo lo conforta "devi attendere: è ancora tutto in fase embrionale".

Insomma, questi Anonimi coraggiosi aspettano un mio post (come questo per esempio) poi prendono le battute e le stroppiano, ne cambiano le parole chiave, di modo che le possano capire anche loro, e quindi se la ridono.




Comunque, se la pubblicasse, sarebbe la migliore produzione della Cagliostro Epress.
E non potrebbe essere altrimenti, dato che le battute sono mie.
DIFFONDI STORIE DI NESSUNO! CONDIVIDILO!
Condividi su Google Plus Vota su OKNotizie

27 commenti:

Denni ha detto...

Facessero un fumetto su di me sarei orgoglioso, qualunque esso fosse ;)

ifry ha detto...

quando verrà stampato sto fumetto? lo voglio!
ma un parte andrà anche a te?

Marco Laggetta ha detto...

"Potete leggere tutto il pezzo e godervi anche qualche piccola schermaglia della redazione Cagliostro EPress tra i commenti"

Prima "dimentichi" che la schermaglia ha avuto protagoniste diverse persone di cui un solo rappresentate della Cagliostro, cioè il sottoscritto.

"In compenso intervengono diversi esponenti della premiata ditta: quelle persone che -PEEEEEEM- lavorano gratis e che, offesi dalla mia persona, che nell'articolo punta il dito nei confronti di quegli individui che li fanno, appunto, lavorare GRATIS"

Poi insisti su questo punto, confermando le mie perplessità circa questo tipo di dimenticanze.

"Comunque, se la pubblicasse, sarebbe la migliore produzione della Cagliostro Epress".

Infine, tiri fuori dal cappello materiale per una querela.

"Ah, se non conoscete l'editore e le sue pubblicazioni, è o perchè frequentate le fumetterie, o perchè non vi ha ancora minacciati di querela"

E chi lo biasimerebbe!
Ancora una volta hai fatto un capolavoro...
e sarebbe bastato così poco per evitarlo...
solo contare fino a 10...

Pera ha detto...

"Infine, tiri fuori dal cappello materiale per una querela."

Madonna, uno nemmeno in casa sua può dire che qualcosa non gli piace??

Ilaria Ferramosca ha detto...

"In compenso intervengono diversi esponenti della premiata ditta: quelle persone che -PEEEEEEM- lavorano gratis..."

Caro Max, ti ricordo che i punti in cui Fabrizio ed io siamo intervenuti, erano a difesa di Talkink e Talkink, se guardi bene, è solo stampato e distribuito da Cagliostro Epress, ma è di proprietà di Lupiae Comix, per cui, da chi dovremmo essere pagati? Da noi stessi? Inizialemte avevamo degli sponsor, ma poiché il ricavato non era sufficiente a ricoprire i costi di redazione (con un altro editore) e consentire un compenso anche ai collaboratori, abbiamo preferito far senza, tanto più Cagliostro Epress ci permetteva di non sostenere alcuna spesa e la maggior parte delle persone che vi pubblicano.... ma il resto lo sai, sta scritto sugli altri post.
In ogni caso, Talkink sta perseguendo dei cambiamenti interni, nella redazione e nelle "politiche", quindi non è escluso che siano nuovamente previsti degli sponsor, che consentano a redazione e collaboratori quantomeno un rimborso "simbolico".
Per il resto, credo che Fabrizio abbia avuto modo di chiarirti molte cose stamattina e di persona, non vedo perché tu insista a voler danneggiare indirettamente delle persone che ti sono amiche, tanto più che dietro queste "proteste" ci sono questioni prettamente personali e non è bello che tu ti faccia scudo degli amici. Te lo dico in tutta sincerità e con affetto e lo sai bene!

HulkSpakk ha detto...

Marco dice: " "Comunque, se la pubblicasse, sarebbe la migliore produzione della Cagliostro Epress".

Infine, tiri fuori dal cappello materiale per una querela."

LOL

Ketty Formaggio ha detto...

Aggiungo LOL pure io.

Denuncie, querele... assurdo!

Ilaria Ferramosca ha detto...

Su questo concordo! :-) Marco, Max ha solo fatto una battuta. Sarcastica come è il suo stile "classico", ma pur sempre una battuta! E nel suo blog non glielo puoi certo negare.

dark0 ha detto...

letto e scoperto solo ora.
fossi in te max mi fare solo quattro risate.
per la questione querela, credo che la si usi come una parola magica atta a spaventare le persone. credo che chi la pronunci abbia poco o nulla da argomentare con qualcosa che abbia a che fare con un qualcosa di qualitativo.

ma ovviamente la mia è solo l'insignificante opinione da utente finale del prodotto fumetto.

Antani Comics ha detto...

max
sei
un
genio!

nel mio governo saresti almeno ministro. ALMENO!

HulkSpakk ha detto...

@ Antani: "nel mio governo saresti almeno ministro. ALMENO!"

Grazie Antani, apprezzo il pensiero, ma non ho nemmeno un processo nè tantomeno una condanna in sentenza di primo grado. Non ho le carte per il tuo governo :)

Antani Comics ha detto...

guarda che se continui ad "insultare" in ogni modo possibile gli editori, ogni mese, dal tuo blog, prima o poi loro, coi potenti mezzi messigli a disposizione dai loro oscuri finanziatori, ti faranno marcire in galera!!! :D
allora, mi pregherai di entrare nel mio governo!! :DD

Antani Comics ha detto...

comunque, sarebbe bello che qualcuno si informasse su cosa è una querela, e in che casi si può fare.
altrimenti, è facile aprire bocca e dare fiato, no?

Marco Laggetta ha detto...

http:/www.newlaw.it/musicatestiimmagini_diffamazione_prof_penali.htm

Antani Comics ha detto...

ah... il bello di internet... siamo tutti laureati in legge, in medicina, in ingegneria, basta trovare il link giusto.
link, che comunque non spiega la querelabilità di quello che dice max...

Marco Laggetta ha detto...

lì neanche internet può far nulla...bisogna saper leggere!

Antani Comics ha detto...

già, e tu sei un esperto nel "leggere". tanto è vero, che mi rispondi ancora senza capire. Io non parlo di "forma", quanto di "sostanza": COSA è querelabile di quello che dice max?

Marco Laggetta ha detto...

"Non vorrei sbagliarmi, dato che il coraggioso autore resta "anonimo", ma il link me lo ha segnalato Giorgio Messina stesso, sul suo sito."

"Comunque, se la pubblicasse, sarebbe la migliore produzione della Cagliostro Epress."

HulkSpakk ha detto...

Marco, ti commenti da solo.
E il commento è imbarazzante.

Cmq è un'ottimo piano editoriale, quello di paventare minacce di querele basate su opinioni personali. Sono certo che le fumetterie che leggono questo blog, ora che lo sanno, correranno ad acquistare Talkink e gli altri capolavori di cui sei direttore editoriale. :)

Antani Comics ha detto...

uhm... quando seguivo i corsi di diritto penale 1 e 2, e di procedura penale, all'UNIVERSITA', prima di prendere la LAUREA IN GIURISPRUDENZA, il prof. Morselli avrebbe probabilmente riso di queste frasi querelabili...
anzi: se sei così certo, querela max, va...

fantascienza, non diritto...

Marco Laggetta ha detto...

x Max
Beh..devo dire che anche il tuo è un ottimo piano commerciale. Con quanti editori sei arrivato ai ferri corti fino ad ora?
Ora..se tu facessi il pizzaiolo non sarebbe mica importante, ma dato che gestisci una fumetteria...
p.s. non sono direttore editoriale di nulla io!

x Antani
Mi ero già accorto che Max aveva trovato un avvocato difensore :)

HulkSpakk ha detto...

Marco, non è mia intenzione fare polemica. Buon lavoro.

Alessandra ha detto...

Anche a te ;)

Antani Comics ha detto...

max si difende benissimo da se.
mi piace, comunque, come si evita di rispondere, da queste parti.
evviva il blog... sempre + felice di non averne uno...

Fabrizio ha detto...

Ma vi rendete conto?
è un blog personale in cui Max espone delle SUE PERSONALI idee, in una maniera a mio avviso ben fatta.
Sapendo che Max non è certo il factotum o Dio è possibile che sbagli, ma rimangono cmq sue idee, messe in un blog che nessuno obbliga di leggere.

E se anche fosse un'idea sbagliata quella di Max, penso e son convinto che il coglionamento e il trolling fatto veramente male in "storie di qualcuno" sia comportamento da ragazzini dell'asilo che invece di discutere sulle proprie idee in maniera civile, sfotte in malo modo con metodi bambineschi.

E a quanto pare chi ha creato il blog non ha manco le palle di mettere il proprio nome e prendersi le responsabilità delle proprie parole e dei propri gesti.

Rimane il fatto che Max non viene manco sfiorato da quella cazzata di blog e continuerà a mandare avanti questo blog come ha sempre fatto, e a mandare avanti una fumetteria DEGNA di questo nome.

Un saluto
Fabrizio Alemanno, alias brigghius

Danilandia Creazioni ha detto...

O_____o

Giacomo Michelon ha detto...

rimbalzato da Fb arrivo qui, avevo letto tempo fa l' articolo "incriminato" ...adesso leggo che sei diventato "famoso" ...molti nemici, molto onore.
Quel che hai scritto è sacrosanto, continua, va'che mi segno pure io.

Tanto per mettere i puntini sulle "i"...linko come edita un amicone del tuo nemicone !
http://giacomomichelon.blogspot.com/2008/11/la-povera-robi.html
^__^